+ O Signore, che ci allieti con l’annua attesa della nostra redenzione, fa si che l’Unigenito tuo, che ora accogliamo festanti come Redentore, l’accogliamo pure con coscienza tranquilla allorché verrà quale giudice, il Signor nostro Gesù Cristo: il quale teco vive. Così sia. +