Per quell'acutissimo dolore che voi soffriste, o gloriosa Sant’Apollonia, quando per ordine del tiranno vi furono strappati i denti, che tanta bellezza aggiungevano al vostro volto angelico, otteneteci dal Signore la grazia di essere sempre liberati da ogni male ai denti. - Gloria al Padre... - Sant’Apollonia, pregate per noi.

Per quell'inaudito coraggio con cui voi, o gloriosa Sant’Apollonia, al primo impulso dello Spirito Santo, vi lanciaste spontaneamente tra le fiamme, senza che i carnefici vi ci trascinassero dentro, otteneteci dal Signore la grazia di assecondare prontamente le divine ispirazioni e di sostenere con rassegnazione e con fortezza le prove della vita. - Gloria al Padre... - Sant’Apollonia, pregate per noi.

Per quell'ammirabile coraggio con cui voi, o gloriosa Sant’Apollonia, dichiaraste di voler soffrire i più crudeli tormenti che rinunziare alla vostra fede e di macchiare minimamente il giglio della vostra verginità, otteneteci dal Signore la grazia di vivere sempre fedeli ai doveri della nostra santa religione e del nostro stato, senza lasciarci intimorire dalle dicerie e dagli esempi perversi del mondo. - Gloria al Padre... - Sant’Apollonia, pregate per noi.

[9 febbraio, Sant’Apollonia, patrona dei dentisti, invocata contro il mal di denti. Ad Alessandria il natale di Sant’Apollonia, Vergine e Martire, alla quale i persecutori, sotto Decio, prima estrassero tutti i denti, poi, innalzato ed acceso un rogo, minacciarono di bruciarla viva, se non avesse pronunciato con loro empie parole; ma essa, avendo riflettuto un poco tra sé, si svincolò improvvisamente dalle mani di quegli empi, e accesa internamente da più grande ardore di Spirito Santo, si gettò nel fuoco, che le avevano preparato, così spontaneamente, che gli autori stessi di quella crudeltà rimasero sbigottiti, come si fosse trovata più pronta una donna alla morte che il persecutore alla pena].