+ Amabilissimo giovane e gloriosissimo Protettore San Vito, gradite, vi prego, con l’amabilità del vostro genio, la piccolezza dei nostri ossequi e con la grandezza dei vostri meriti date valore alle nostre suppliche. La vostra tenera età sia sempre di guida agli anni nostri, la vostra generosa costanza, sempre vittoriosa tra mille assalti, dia forza alle nostre fiacchezze contro le nostre passioni ribelli e contro i nostri comuni nemici, e ottenete dalla Divina Provvidenza, ai vostri devoti, gli opportuni soccorsi spirituali e temporali nei bisogni della loro vita, e gli eterni godimenti nell’altra. Così sia. +

[15 giugno 2018, Ottava del Sacro Cuore e festa di San Vito, Martire. Presso il fiume Sele, nella Lucania, il natale dei santi Martiri Vito, Modesto e Crescenzia, i quali, sotto l’imperatore Diocleziano, là condotti dalla Sicilia, dopo aver superato per divina virtù la caldaia di piombo bollente, le fiere ed il rogo, compirono il corso del loro glorioso combattimento].