+ O Dio che ogni anno ci allieti con la commemorazione delle primizie dei Tuoi santi Martiri in Roma - i quali dall’imperatore Nerone, per allontanare l’odio proveniente dall’aver egli incendiato la Città, calunniosamente accusati, furono fatti uccidere crudelissimamente in diverse maniere -, cconcedici benigno di poterci infiammare agli esempi di coloro dei cui meriti ci rallegriamo. Per il Signore Nostro Gesù Cristo. Così sia. +

[24 giugno. A Roma la commemorazione di moltissimi santi Martiri, i quali dall’imperatore Nerone, per allontanare l’odio proveniente dall’aver egli incendiato la Città, calunniosamente accusati, furono fatti uccidere crudelissimamente in diverse maniere. Infatti alcuni di essi, coperti con pelli di fiere, furono esposti ad esser dilaniati dai cani; altri furono confitti in croce; ed altri furono bruciati, affinchè, quando fosse terminato il giorno, servissero di lume durante la notte. Tutti questi erano discepoli degli Apostoli e primizie dei Martiri, che la Chiesa Romana, fecondo campo di Martiri, mandò al Signore prima della morte degli Apostoli].