Ricordatevi, o purissimo Sposo di Maria Vergine, o dolce protettore mio San Giuseppe, che non si è mai udito che alcuno abbia invocato la vostra protezione e chiesto il vostro aiuto, senza essere stato esaudito. Con questa fiducia, io ricorro a Voi ed a Voi fervorosamente mi rac­comando. O Padre putativo del Redentore, non abbiate in disprezzo la mia preghiera, ma acco­glietela pietosamente ed esauditela. Così sia.

Glorioso San Giuseppe, sposo di Maria e padre verginale di Gesù, pensate a me, vegliate su di me. Insegnatemi a lavorare per la mia san­tificazione e prendete sotto la vostra pietosa cura i bisogni urgenti che oggi io affido alle vostre sollecitudini paterne. Allontanate gli ostacoli e le difficoltà e fate che il felice esito di quanto vi chiedo sia per la maggior gloria del Signore e per il bene dell’anima mia. E in segno della mia più viva riconoscenza, vi prometto di far conoscere le vostre glorie, mentre con tutto l’affetto benedico il Signore che vi volle tanto potente in cielo e sulla terra. Così sia.

 

venite a giuseppe.jpg