+ Tu rappresenti il popolo in cui Gregorio il Grande vide l’emulo degli Angeli, tanti sono i re santi, le vergini illustri, i grandi vescovi, i monaci celebri che fecero la sua gloria e sono oggi la tua corte. Mentre tu e i tuoi regnate per sempre nel cielo, giudicando le nazioni e dominando i popoli (Sap. 3, 8), le dinastie dei tuoi successori di quaggiù, invidiando la Chiesa, favorendo lo scisma e l’eresia, si sono spenti, l’uno dopo l’altro, resi sterili dalla collera di Dio, in una vana fama della quale il libro della vita non conserva traccia. Come sono migliori e più durevoli, o Edoardo, i frutti della tua santa verginità! Insegnaci a vedere nel mondo presente la preparazione dell’altro, che non finisce, a stimare gli avvenimenti umani solo in ragione dei loro risultati eterni. Così sia. + (di Dom Prosper Guéranger).

[13 ottobre, Sant’Edoardo, Confessore (Islip, 1002 - Westminster, 5 gennaio 1066), Re d’Inghilterra. Sant’Edoardo, Re degl’inglesi e Confessore, il quale si addormentò nel Signore il cinque Gennaio, ma si festeggia principalmente in questo giorno, per la Traslazione del suo corpo].