+ O Sant’Ignazio, luminoso esempio di perfezione cristiana e di virtù serafiche. Tu dal primo istante della tua vita fino alla morte hai conservato intatta l’innocenza,e abbandonando il mondo, hai abbracciato la vita francescana per seguire più da vicino Gesù Crocifisso. Io, misero peccatore, mi prostro davanti a te per impetrare il tuo aiuto. Abbi pietà di me! Presenta i tuoi meriti davanti a Dio, ed ottienimi la grazia che, seguendo i tuoi esempi e regolando il mio operare con gli insegnamenti del Vangelo, m’innamori del tuo esempio nelle penitenze e, fuggendo tutte le vanità, cammini con fortezza nella via del bene e delle virtù, affinché anch’io meriti un giorno di essere annoverato tra i beati del paradiso. Così sia. +

[11 maggio, Sant’Ignazio da Laconi, Confessore (Laconi, 17 dicembre 1701 - Cagliari, 11 maggio 1781). A Cagliari, in Sardegna, Sant’Ignazio da Laconi, Confessore, dell’Ordine dei Minori Cappuccini, glorioso per umiltà, carità e miracoli, che il Papa Pio dodicesimo adornò degli onori dei Santi].